I sarti di Aznavour – vol. 1

Un progetto musicale come “Vous permettez, Aznavour?” non si sarebbe potuto realizzare senza la collaborazione di tanti altri splendidi professionisti che hanno accettato di contribuire con il loro talento e la loro passione.

In questo post e nel prossimo vi presenterò i fantastici musicisti che hanno “vestito” le canzoni del CD e che mi accompagneranno anche nel concerto live (che, lo ricordo, è modulabile a seconda del contesto e delle esigenze specifiche). Oggi è la volta di Mauro Scardini (pianoforte) e Stefano Marazzi (batteria).

Mauro Scardini e Stefano Marazzi - Vous permettez, Aznavour? di Michelangelo Nari
Mauro Scardini e Stefano Marazzi - Vous permettez, Aznavour? di Michelangelo Nari

Mauro Scardini nasce a Tivoli e inizia a suonare il pianoforte fin da piccolo, avendo come primo maestro suo padre, anche lui pianista. Fonda con Massimiliano Cignitti gli Electric City, pubblicando nel 1999 il primo CD omonimo, contenente brani di sua composizione, e nel 2002 un secondo album con la partecipazione di Gegè Telesforo, Daniele Scannapieco e Pietro Ciancaglini. Nel 2019 esce il disco “One” del Mike della Bella Project del quale è tastierista, album che vanta produzioni in Giappone e in Svezia. Attualmente collabora con Pierdavide Carone, Pino Insegno, Roberto Ciufoli, Andrea Perroni, Stefano Masciarelli, Federico Perrotta, Valentina Olla e svolge un’intensa attività live nei club e nei teatri nazionali.

Stefano Marazzi, batterista professionista, lavora da anni nel mondo dello spettacolo facendo tour, trasmissioni televisive, musical e spettacoli di vario genere con alcuni dei più importanti artisti del panorama musicale italiano e non. Tra le sue collaborazioni: Anastacia, Pino Daniele, Malika Ayane, Fiordaliso, Lodovica Comello, Serena Autieri e moltissimi altri.